EQUILIBRIUM

http://coltisorderai.blogspot.ro/
Nelle città senza Mare, chissà a chi si rivolge la gente per ritrovare il proprio equilibrio: forse alla Luna ... **************************************(Banana Yoshimoto)**************************************

Translate

lunedì 1 dicembre 2014

empatia percettiva




Non nutrire
i demoni
dell'ego
non farne cura
delle tue fragilità


Ogni assalto è un brandello
un lembo vitale
non assolto
al naturale trionfo

coscienza  sensibile


Postilla che
in distico s'apre
ma  langue
morente
come utero vuoto








2 commenti:

  1. gli ultimi versi mi ricordano lo sforzo di quel Titano che subì l'ira di Giove e fu costretto a una eterna sadica punizione..
    aveva fame le mele erano vicine faceva per afferrarle...ma queste si ritraevano..
    così puntualmente...inesorabilmente..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lettura interessante di questi versi. Siamo titani senza poteri e condannati alla lotta incessante per essere migliori con le sole nostre forze. Bentornata tra le mie pagine. :)

      Elimina

scripta manent

IL LUPO

LE MIE POESIE SUL BLOG

LE MIE POESIE SUL SITO "SCRIVERE"

Followers