lunedì 27 febbraio 2012

animamundi


Dmitri Ivanov - Ragazzo che suona il duduk
Ti sei richiusa in cicatrici amare
fra i terrazzati coaguli del pensare ansioso
quello con la a dei grandi momenti.

Non voglio strillare
né tanto meno evolvere
ma muovermi taciturna
quasi assente
in una dimensione trasparente
inutile agli occhi ed alla bocca
perfetta per l'amare
-senza sinonimi-
agli albori
dai prudenti errori
sedata dal sale
percossa dal sole
progenie assoluta
del Timeo verticale



Nessun commento:

Posta un commento

scripta manent

IL LUPO